17 febbraio: cose da sapere sulla Festa del Gatto

Il 17 febbraio si celebra nel nostro Paese la Festa del Gatto: ecco da dove nasce e le nostre interviste ad Anteprima Number One

Da San Valentino alla Festa del Gatto è un attimo. Il tempo di un balzo felino, verrebbe da dire. Si celebra infatti oggi, lunedì 17 febbraio, la Giornata Nazionale dedicata ai gatti, che sono oltre 7 milioni nelle abitazioni degli italiani. Siamo il Paese europeo con più animali domestici in assoluto, solamente alle spalle dell’Ungheria.

17 FEBBRAIO – Perché proprio il 17 del secondo mese dell’anno? Le ragioni sono molteplici, a seconda delle varie leggende che ci vengono tramandate nel tempo. Alcuni pensano sia una questione zodiacale: febbraio è mese dell’Acquario, dominato da Urano, protettore degli spiriti liberi, quali sono i gatti. Oppure si dice che febbraio sia il mese “dei gatti e delle streghe”. Il 17 sarebbe interpretato come 1 volta morirò e 7 vivrò, in riferimento al fatto che i gatti abbiano sette vite. Peraltro nei Paesi nordici il numero 17 porta fortuna proprio perché significa “vivere una vita sette volte”.

ADOZIONE – Oggi più che mai sosteniamo l’adozione di gatti, perché in famiglia riescono a trovare un ambiente certamente più familiare e amorevole rispetto a rifugi, ponti o semplicemente in giro per strada. Sì, prendersi cura di un gatto è gesto d’amore che fa la differenza, ma urge in ogni caso un’adeguata preparazione per fare in modo che sia il luogo giusto per loro, come raccontato questa mattina nel nostro programma Anteprima Number One da Simona, responsabile di MondoGatto, associazione che si occupa di trovare una casa ai felini, concedendo loro una seconda possibilità.

Sulla vita del gatto, invece, è entrata nello specifico il veterinario Michela Galgano dell’Ambulatorio Veterinario Risorgimento di Milano, sempre nel programma mattutino con Claudio, Alex, Patrizia e Sergio.


Radio Number One

#dovevivitu

Current track
TITLE
ARTIST

Background