Perché oggi è il “Blue Monday”, il giorno più triste dell’anno?

Stiamo “festeggiando” il Blue Monday, invenzione dello psicologo di Cardiff Cliff Arnall, datata 2005. Come non sentirsi malinconici oggi?

Oggi, lunedì 18 gennaio, “festeggiamo” il Blue Monday, annoverato come il giorno più triste dell’anno. Già non stiamo vivendo un periodo felicissimo, in più dobbiamo convivere con una giornata che ormai esiste dal 2005, quando il dottor Cliff Arnall, psicologo dell’università di Cardiff, ha studiato una formula matematica per incrociare alcune variabili come il meteo, i sensi di colpa per i soldi spesi a Natale, il calo di motivazione dopo le Feste e la crescente necessità di darsi da fare.

I CONSIGLI – Una ricorrenza temuta, che cade al terzo lunedì del mese di gennaio. I ricordi del Natale che si allontanano, le giornate sempre tristi e con poca luce, nebbiose (questo in base alla località in cui si vive, naturalmente). Gli esperti suggeriscono di parlare con amici, fare un po’ di esercizio fisico. Per quanto possibile, dal momento in cui ci troviamo rinchiusi in casa per la pandemia. Ci sono anche alcuni alimenti che riducono stress e stanchezza, come mandorle, uova o cereali integrali.


Radio Number One

#dovevivitu

Current track
TITLE
ARTIST

Background