Corea del Sud, il “dolce far nulla” è diventato… uno sport agonistico!

In Corea del Sud non fare nulla è diventato un vero e proprio sport agonistico. Ogni anno circa 70 persone partecipano ad una gara di sguardi nel vuoto

Nella città di Seul, in Corea del Sud, non fare nulla è diventato un vero e proprio sport agonistico. Ogni anno dal 2014 circa 70 persone si riuniscono per una gara di sguardi nel vuoto in cui non è possibile parlare e neanche guardare il telefono per controllare l’orario. Migliaia di persone si candidano per partecipare alla competizione, ma solo una piccola parte è poi scelta dalla giuria. Lo scopo della gara è proprio quello di non fare nulla per più tempo possibile senza perdere la concentrazione o addormentarsi sul posto.

LA COMPETIZIONE – La gara dura 90 minuti e i partecipanti sono monitorati a livello medico con la misurazione della frequenza cardiaco ogni 15 minuti. La competizione di chiama Space Out e si tiene a Ichon Hangang Park. L’ideatore è un artista, WoopsYang, che ha dato vita all’evento per evidenziare quanto le persone possano tratte beneficio dalle pause. Il vincitore è colui che riesce a mantenere la frequenza cardiaca più stabile dimostrando che una lunga pausa lontani da ogni pensiero e da qualunque tipo di attività possa giovare alla persona. Inoltre se ti addormenti, inizi a ridere o utilizzi il cellulare, sei squalificato.


Radio Number One

#dovevivitu

Current track
TITLE
ARTIST

Background