IL MESSAGGIO – La pellicola racconta la storia dell’incontro tra Rosa, una donna sopravvissuta all’Olocausto e impegnata nel sociale, e Momo, un ragazzino senegalese che vive di piccoli furti nelle strade di periferia di una città italiana. Il brano comunica con una particolare forza espressiva la tematica di disagio sociale e al contempo solidarietà ed inclusione: «Canto contro il razzismo – ha dichiarato la Pausini -, il singolo parla di persone prive di pregiudizi o giudizi».

MAI COME ORA – Tematiche importanti come quelle di sostegno reciproco ed assistenza, che mai come ora in questo drammatico periodo di emergenza sanitaria possiamo considerare attualissime. La pandemia di Covid-19, si sa, ha messo in ginocchio quasi tutti i settori, ma quello dello spettacolo rimane sicuramente uno dei più colpiti. «Vorrei che il governo tutelasse tutti quei lavoratori che stanno dietro le quinte, persone che ormai da mesi sono a casa senza lavoro e che hanno delle famiglie da mantenere», ha spiegato Laura.

L’ESEMPIO – «Stando a casa c’è più possibilità di pensare: sono molto preoccupata per noi, per il virus, ed anche per quello che sta accadendo nel mondo». Il film che presto potrebbe essere candidato agli Oscar 2021 si spera possa spingere il pubblico a guardare il mondo con occhi diversi: cancellare ogni tipo di pregiudizio e supportare chi in questo momento ne ha più bisogno è l’unico modo per riuscire a rialzarsi.