Oscar 2021, niente collegamenti zoom e outift casual

Si avvicina la cerimonia degli Oscar 2021 e i produttori dello show mettono i puntini sulle “i”: ammessa solo la presenza dal vivo e nessun casual dress

Manca poco alla cerimonia degli Oscar, prevista – con due mesi di ritardo a causa della pandemia – per il 25 aprile a Los Angeles. I produttori Steven Soderbergh, Stacey Sher e Jesse Collins hanno mandato una lettera agli oltre 200 candidati ai premi 2021. Nella stessa sono chiarite le modalità di partecipazione alla cerimonia, giunta alla sua 93esima edizione, che si svolgerà principalmente nei vasti spazi della storica Union Station di Los Angeles e con altri elementi dal vivo dal Dolby Theatre di Hollywood.

NIENTE COLLEGAMENTI – Nonostante la pandemia e, quindi, tutte le restrizioni che ne conseguono, la notte degli Oscar vuole mantenere il suo glamour e la sua prestigiosità. Nella lettera si legge che per chi non potrà essere presente in sala quel giorno, non sarà ammesso nessun collegamento zoom da casa; assisterà quindi da spettatore alla cerimonia. «Stiamo facendo di tutto per fornire una serata sicura e piacevole per tutti voi di persona, così come per tutti i milioni di appassionati di cinema in tutto il mondo – scrivono i produttori – e riteniamo che l’opzione virtuale vanificherebbe questi sforzi».

ABBIGLIAMENTO – La lettera mandata dai produttori, tra le altre cose, contiene anche suggerimenti per quanto riguarda il codice di abbigliamento. «Puntiamo a una fusione di Inspirational e Aspirational, che in parole reali significa che formale è assolutamente fantastico se vuoi andare lì, ma casual non lo è davvero» scrivono i tre. Probabilmente, dopo che Jason Sudeikis ha accettato il suo Golden Globe per la serie Ted Lasso in felpa e cappuccio, i produttori hanno paura di rivivere una situazione analoga e hanno deciso di mettere le mani avanti.


Radio Number One

#dovevivitu

Current track
TITLE
ARTIST

Background