Perchè dovremmo preoccuparci se si scioglie un ghiacciaio

L’ aumento della temperatura, con corrispettivo scioglimento dei ghiacciai e l’ innalzamento livello dei mari sono dei fenomeni che oggi stiamo affrontando quotidianamente. Si stima che entro 20 o 30 anni si scioglieranno tutti i ghiacciai al di sotto dei 3500 metri, mentre entro il 2100 potremmo perdere circa il 70% di quelli alpini. Queste situazioni sono una minaccia per l’intera comunità e l’equilibrio degli ecosistemi.

Uno dei pericoli principali relativo allo scioglimento dei ghiacciai è connesso alla liberazione di sostanze nocive nell’ambiente,  specialmente radioattive quali Cesio e Americio,  elementi entrati nel ciclo dell’aria dopo incidenti e test nucleari, altamente presenti nei ghiacciai dell‘artico, in Antartide e nelle Alpi.  Queste sostanze, rischiano con lo lo scioglimento dei permafrost (ghiacciai teoricamente permanenti)  di rientrare nel ciclo degli ecosistemi, contaminando fiumi e rientrando inevitabilmente nella catena alimentare.
Nel cuore dei ghiacciai non ci sono soltanto sostanze radioattive: l’università Bicocca di Milano ha recentemente condotto una ricerca  su campioni d’acqua di fusione dei ghiacciai del Monte Rosa, e dai risultati sono emerse alte quantità di pesticidi ed erbicidi utilizzati nella pianura padana ed arrivati sulle montagne con i cicli atmosferici.
Pesticidi come il dichlorpirifos sono risultati maggiori per una quantità cento volte superiore alla norma consentita.

Nei permafrost dell’ Artico potrebbero essere sepolti inoltre, oltre a quantità enormi di anidride carbonica assorbite nei secoli,  svariati virus, batteri e agenti patogeni rimasti congelati secoli fa, quando ci fu un leggero abbassamento delle temperature dopo il periodo rinascimentale.
In ultima istanza, i ghiacciai riflettono parte dei raggi solari e mantengono più fresco il pianeta, compito adibito anche agli alberi, di cui sembra ci stiamo altrettanto dimenticando.
Sarebbe nostro compito cercare di non alimentare più questo circolo vizioso e cercare nuovi stili di vita sostenibili, alla luce del periodo delicato che stiamo vivendo, da più lungo tempo di quanto pensiamo.


Radio Number One

#dovevivitu

Current track
TITLE
ARTIST

Background