Spesa solidale, Esselunga dona quasi 800mila euro di cibo alla Caritas

Spesa solidale è il progetto attivato sei mesi fa per aiutare chi ne aveva più bisogno. Esselunga è riuscita a donare quasi 800mila euro di cibo alla Caritas

Spesa Solidale è un progetto arrivato al suo termine. Iniziato sei mesi fa, nel momento di crisi più dura per l’Italia per lo scoppio del Covid-19, la catena di supermercati Esselunga ha deciso di aiutare i più bisognosi, creando una collaborazione con Caritas Italia. Il tutto si è sviluppato grazie i clienti abituali del supermercato che tramite i punti della carta fidaty hanno deciso di supportato il progetto. Ad ogni negozio Esselunga è stata infatti abbinata una struttura Caritas del territorio a cui destinare i beni primari di occorrenza. Berdardo Caprotti, fondatore di questa società spiega come: «Tutti i prodotti sono stati selezionati tenendo conto delle richieste espresse dalle diocesi del territorio: dalla pasta ai legumi, dall’olio ai prodotti per l’igiene personale».

AIUTO – L’aiuto di questo progetto è stato effettivo. Grazie a questa solidarietà messa in atto da più persone si è riusciti ad arrivare a donare ai più bisognosi, beni di prima necessità, per un totale di 780mila euro in prodotti. Alimentari e non, distribuiti presso 50 Caritas diocesane coinvolte, attraverso il circuito degli Empori della Solidarietà e delle parrocchie. Non è stato però l’unico progetto di Esselunga volto ad aiutare, da febbraio ad oggi la società ha donato 3,7 milioni di euro agli ospedali e agli enti di ricerca in Italia impegnati in prima linea, di cui 1,2 milioni raccolti proprio grazie al sostegno dei clienti.


Radio Number One

#dovevivitu

Current track
TITLE
ARTIST

Background