Tutta una questione di memoria

campionato-italiano-memoria-2019

Si è appena conclusa la settima edizione del Campionato italiano di memoria open 2019 tenuto al Boga’s Space a Milano. Ideata da Matteo Salvo, presidente dell’Italian memory sport council e primo e unico italiano detentore del titolo di International Master of Memory, la competizione ha coinvolto undici «atleti della mente», italiani e stranieri.

A vincerlo è stato l’italiano Matteo Di Cianni, 31enne di Mondovì. Operaio nella vita, Matteo ha stabilito tre nuovi record, rispettivamente nella memorizzazione di codici binari, ricordando 2.400 numeri in 30 minuti; nella memorizzazione di date storiche, ricordando 67 date in 5 minuti; nella memorizzazione di mazzi di carte, tenendo a mente un mazzo da 52 carte in soli 54 secondi, senza errori.

Durante il campionato non sono mancati altri record importanti, come quello infranto dalla bresciana Mara Brescianini, che ha battuto il suo stesso record nella disciplina nomi e visi, ricordando 75 nominativi in 15 minuti contro i 73 precedenti.

Altro fiore all’ occhiello il 19enne Andrea Muzii, ragazzo di Roma iscritto al primo anno della facoltà di Medicina e già secondo classificato al campionato italiano di Cubo di Rubik 2018 nella categoria da bendato. Andrea si è distinto nella memorizzazione del numero più lungo possibile in 30 minuti, arrivando a ricordare 1.098 cifre rispetto alle 732 del precedente record.


Radio Number One

#dovevivitu

Current track
TITLE
ARTIST

Background