#cuoriconnessi2 – la stagione ritrovata: Polizia di Stato e Unieuro contro il fenomeno del cyberbullismo

Polizia di Stato e Unieuro si uniscono per la campagna educativa #cuoriconnessi2 – “la stagione ritrovata” contro il fenomeno del cyberbullismo.

Dall’Auditorium Parco della Musica di Roma riparte il nuovo progetto di sensibilizzazione sul tema del cyberbullismo e dell’uso consapevole e responsabile di internet, alla presenza del Capo della Polizia – Direttore Generale della Pubblica Sicurezza, Franco Gabrielli.
Lo scopo di questa iniziativa è realizzare una campagna di prevenzione itinerante sul territorio nazionale rivolta agli adolescenti; in particolare saranno coinvolti 1200 studenti romani delle scuole secondarie di secondo grado insieme ad insegnanti, genitori e professionisti del mondo della scuola.
L’iniziativa, che ha già coinvolto oltre 30 mila studenti nelle passate edizioni, si integra con i numerosi progetti di sensibilizzazione e prevenzione della Polizia Postale e delle Comunicazioni e prevede, oltre ai momenti di interazione con i ragazzi, la visione del nuovo docufilm basato su fatti realmente accaduti, dal titolo “la stagione ritrovata”.

Si dialogherà con i ragazzi in platea e si cercherà di fornire loro consigli utili per un uso corretto della tecnologia, al fine di sensibilizzare e prevenire episodi di cyberbullismo. La campagna inviterà a riflettere sul peso delle parole, sul loro valore e sulla loro potenza, nonché sulle responsabilità degli adulti di riferimento nella vita degli adolescenti.

Oltre a Roma, il tour realizzato da Unieuro e Polizia di Stato, farà tappa a Milano al Teatro della Luna ed in altre città sul territorio nazionale, all’interno di teatri o scuole.
Grazie anche alle campagne di sensibilizzazione, nelle scuole sono aumentate in maniera esponenziale le segnalazioni e le denunce da parte dei minori nei confronti di coetanei per soprusi subiti: oltre 290 i casi di cyberbullismo denunciati alla Polizia Postale nei primi dieci mesi del 2018, di cui 69 minorenni segnalati all’Autorità Giudiziaria per aver diffuso immagini pedopornografiche, 37 i minori per sextortion e 164 per aver vessato, diffamato e molestato coetanei attraverso i nuovi media.

 

Luca Viscardi ha intervistato Marcovalerio Cervellini, responsabile dei progetti educativi della Polizia Postale e delle Telecomunicazioni, in merito a questa campagna educativa.

Ascolta qui:

 

 


Radio Number One

#dovevivitu

Current track
TITLE
ARTIST

Background