Abbandonate il junk food, la pizza nella dieta è possibile

Si può dimagrire anche con una dieta a base di pizza. Quella buona, però. Lo hanno dimostrato i 45 chili persi da Pasquale Cozzolino, chef napoletano che gestisce un ristorante a New York. Oltre oceano, tutti parlano del suo esperimento, che ha fatto sognare chi deve sottoporsi a rinunce complicate durante la dieta, mentre ha fatto dubitare qualche esperto. Sta di fatto che la formula dello chef partenopeo è semplice: una classica pizza napoletana, leggera e ben lievitata, con prodotti di qualità. Costituisce un pasto completo, è facile da digerire e, sommata all’eliminazione di dolci e bibite zuccherate, garantisce la perdita di peso. Cuzzolino ricorda anche che, in ogni dieta, non si può prescindere dalla frutta e dalla verdura. E poi un trucco che non muore mai: porzioni dimezzate ed esercizio fisico. Insomma, non si mangia certo solo pizza, ma questa eccellenza della nostra cucina può essere una valida alternativa al junk food. Ecco l’intervento del portavoce dello chef, Davide Mustacchia, ai microfoni di Marco Vignoletti.


Radio Number One

#dovevivitu

Current track
TITLE
ARTIST

Background